olio cbd 10

Olio cbd: Quali sono gli effetti collaterali

Dopo aver parlato dei comprovati benefici dell’ olio di cbd  per uomini e animali è doveroso specificare quali sono gli effetti collaterali del CBD. E soprattutto se ci sono effetti collaterali.
Il CBD è un cannabinoide, una molecola naturale derivante dalle piante della cannabis con moltissime proprietà curative e benefiche. Numerosi studi medici hanno ormai riconosciuto le sue capacità antiinfiammatorie, antidolorifiche e antiossidanti. Inoltre ne viene consigliata l’assunzione anche  come integratore alimentare

Gli integratori sottoforma di infiorescenze o olio cbd danno benefici insindacabili grazie all’alto concentrato di cannabidiolo. E sono sempre più usati come rimedio naturali per dare sollievo e risolvere molte patologie, oltre che per regolare gli sbalzi d’umore. 

Giustamente però, molte persone che non conoscono bene l’olio di canapa, vogliono sapere se ci sono controindicazioni. Per iniziare diciamo subito che, come riportato sulle etichette di olio con CBD, il cannabinoide di riferimento non è psicoattivo, quindi non da effetti come sballo o confusione mentale. Queste reazioni scaturiscono solo a seguito dell’assunzione di THC,  il componente non presente nella confezione.
Il CBD non ha effetti negativi su persone adulte che ne fanno un utilizzo appropriato per via orale, infatti il prodotto è classificato come sicuro.

Secondo gli studi effettuati su campioni presi in esame, è stato confermato che anche un dosaggio molto alto di 300 mg al giorno è privo di rischi e somministrabile per un arco di tempo fino a 6 mesi. Mentre dosaggi in quantità superiore sono consigliati solo per periodi più brevi.

Effetti olio di CBD: quali sono e come evitarli

 

Il cbd e l’olio che ne deriva, in linea generale non provocano effetti indesiderati gravi o da ritenersi importanti per la salute. Molti studi provenienti da diversi paesi pro o contro la canapa, a questa pianta ha rilasciato documentazioni dove si certifica l’innocuità del CBD oil se somministrato con le dosi consigliate.
Ma come ogni altra sostanza che introduciamo nell’organismo, anche il CBD puo’ causare effetti collaterali e controindicazioni in determinati casi. Vediamo quali:

olio cbd fa male

Bocca secca: ogni consumatore di marijuana conosce bene la sensazione di avere la bocca impastata subito dopo aver assunto CDB. Un problema che si allevia solamente bevendo o mangiando. Questo effetto collaterale non è grave, ed è dovuto alla presenza di  recettori endocannabinoidi presenti nelle ghiandole salivari che, mischiandosi con il cannabidiolo, alterano in maniera provvisoria l’attività orale regolare.
Per chi non è abituato o non conosce la sensazione può essere fastidioso, ma non dannoso.

Cali di pressione: L’assunzione di dosi maggiori e per periodi prolungati può portare all’abbassamento temporaneo della pressione sanguinea. Si tratta di  un effetto della durata di pochi minuti, immediatamente successivo all’ assunzione della dose di CBD.
Il consiglio è chiaramente quello di attenersi alla dose di somministrazione consigliata.

Diarrea e spossatezza: Alcuni campioni a cui è stata somministrata una dose molto elevata di CBD hanno manifestato episodi di dissenteria mentre altri  mostravano spossatezza. Anche in questo caso, può capitasse superando di molto la dose consigliata.

Aumento della fame: Altro effetto comune di chi fa uso abituale di cannabis, anche se in quel caso l’aumento di appetito è imminente. Nell’assumere olio CBD per lunghi periodi e a dosaggi elevati può portare a un aumento della fame e quindi di peso.

Olio di Cbd e Parkinson: Nonostante sia riconosciuto il beneficio che il cannabidiolo esercita sui pazienti affetti dal morbo di Parkinson, è anche vero che una dose troppo elevata di CBD può acutizzare i sintomi della malattia. Per evitarlo, è sufficiente mantenere un dosaggio adeguato.

Olio CBD e i medicinali: se si assumono contemporaneamente  farmaci e CDB, potrebbero scatenarsi reazioni chimiche che altererebbero o modificherebbero  l’assorbimento di entrambe le sostanze. Per questo consigliamo di chiedere il parere del medico se si ha intenzione di assumere CBD in olio durante una cura farmacologica.

olio marijuana

olio cbd opinioni e conclusioni

Le opinioni di chi lo ha provato sono sicuramente entusiaste. Tutti ne hanno tratto giovamento in qualche maniera:  chi soffre di epilessia, di attacchi d’ansia, colesterolo alto o dolore cronico ecc. Purtroppo non debella le malattie, ma aiuta a rendere più sopportabile i sintomi. 

Il cannabidiolo è sicuramente un alleato prezioso per la salute, anche se come abbiamo notato gli effetti indesiderati ci sono e sono dovuti a una somministrazione più alta di quella consigliata. Come ogni cosa, anche il CBD deve essere usato con moderazione per assimilare tutte le proprietà benefiche e aiutarci a vivere meglio.
Un altro consiglio è quello di acquistare esclusivamente  prodotti di qualità e certificati.
Fateci sapere come vi trovate con il vostro Olio di CBD!

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.