CBD Veterinario: Cannabis per Cani, Gatti e altri animali

E’ indubbia l’utilità della cannabis, in particolare della parte “buona” del CBD ad uso terapeutico negli esseri umani.

E’ vero anche però che esiste anche un’applicazione ampia del CBD a ad uso veterinario, e quindi una terapia con Cannabis per i nostri amici cani, gatti e altri animali da compagnia.

Si parla in questo caso di CBD e Cannabis terapeutica, che viene prescritta ad animali anziché persone, ma in tutto e per tutto farmaceutica e a scopo di terapia.

Cosa dice la Legge sulla prescrizione di CBD e Cannabis per cani e gatti?

L’articolo che regola la prescrizione di CBD ad uso veterinarioè il 10 comma 1 del decreto Legislativo 193/2006. L’articolo all’ultimo punto recita che in caso di mancanza di un farmaco convenzionale, è possibile prescrivere medicinale o preparati veterinari da farmacisti in maniera estemporanea, come cura sostitutiva.

La nota del decreto è comunque relativa ad animali non a scopo di allevamento con finalità alimentare per l’uomo. Quindi gli allevatori non possono somministrare CBD o cannabis agli animali che allevano, a scopo di produzione di derivati alimentari o macellazione.

Nel caso in cui il veterinario prescriva estratti, come olio, resine, cristalli, creme ecc. che venga riportata la posologia in milligrammi di THC o CBD, non indicando i millilitri o gocce.

Nel caso di prescrizione di trattamenti per uso animale, non serve indicare la quantità o il dosaggio, come invece avviene per gli umani.

La ricetta ha una durata di 30 giorni dalla prescrizione.

Il trattamento terapeutico per animali maggiormente prescritto è l’olio di cannabis ovvero l’olio di CBD.

Si tratta di un prodotto pronto all’uso, facile da somministrare e accettato dagli animali in quanto può essere aggiunto ad un alimento che gli animali amano, quindi riescono ad assumere l’olio, ed inoltre l’olio è facilmente dosabile anche in base al peso dell’animale trattato.

Infatti gli animali non assumono tisane o cannabis tramite vaporizzatore.

In genere l’assunzione della cannabis ad uso terapeutico veterinario è con un dosaggio del 10% di concentrazione rispetto all’olio.

L’olio a base di cannabis tratta a livello di terapia moltissime problematiche del cane o del gatto, ed in genere viene prescritto per artrosi, animali soggetti ad ictus, malattie neurologiche o neurodegenerative, deficit cognitivi, ansia e stress, diabete, epilessia, tumori, forme diverse di dermatiti, patologie dell’apparato gastro intestinale, malattie ossee come l’osteoporosi, e comunque come terapia del dolore e calmante per evitare all’animale stati evidenti di dolore e sofferenza.

Molto diffuso l’olio che ha una percentuale di THC inferiore all’ 1% e CBD in concentrazione attorno al 9 percento. Spesso si richiede anche concentrazione più alta di CBD, e c’è il caso del Bediol FM2, nel quale olio è contenuta una percentuale più alta del solito di THC.

Quale dose somministrare al nostro cane o gatto di Cannabis?

Quando si tratta di somministrazione di cannabinoidi a cani e gatti, il veterinario decide la corretta posologia, ed in genere si parte da un dosaggio basso per poi incrementare lentamente. Spesso capita che le ricette e le somministrazioni più usuali siano di fornire CBD all’animale ogni 12 ore, ma anche ogni 8 ore, tre volte al giorno. La somministrazione si consiglia non vicino ai pasti, per un effetto maggiore.

L’aumento graduale del dosaggio avviene fino ad un risultato di terapia che abbia un effetto soddisfacente sul cane o sul gatto.

Il modo di somministrazione più diffuso, come indicato sopra, è l’aggiunta di gocce di Olio CBD in parti di cibo(poco) e farlo mangiare all’animale. La modalità di assunzione sublinguale è poco indicata per cane e gatto perché faticano ad assumerlo in questo modo, in particolare i gatti.

Quanto THC somministrare agli animali ad uso veterinario?

L’indicazione classica è da 0,1 a 0,25 milligrammi per chilo di peso al giorno, diviso in due o tre volte al giorno. L’aumento della dose media va fatta ogni 3 giorni.

CBD ad uso veterinario, quali sono i dosaggi consigliati?

Il CBD non è come è noto una sostanza psicotropa e stupefacente, e i modi e le quantità da somministrare variano comunque a seconda della tolleranza del cane o del gatto e alla sensibilità alla sostanza. in genere le dosi indicate sono diverse tra cane e gatto.

Per il cane, i dosaggi variano a seconda del peso dell’animale: da 0 a 9 chilogrammi 2,5 mg due volte al giorno, da 9 a 20 chili 5 milligrammi due volte al giorno, da 20 a 35 kg. il dosaggio consigliato è di 10 mg. due volte al giorno, per cani grandi tra i 35 e i 50 kg. la dose è di 15 mg. 2 volte, mentre oltre i 50 kg. si indicano 20 mg. due volte al giorno. Ovviamente dipende dalla tolleranza come dicevamo sopra, quindi si innalzano le dosi fino ad un risultato soddisfacente per la terapia proposta.

Nel caso del gatto la dose è di molto ridotta, infatti in genere si somministra 1 milligrammo una sola volta al giorno, sempre con aumento graduale fino al risultato ottenuto.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.