Olio di CBD: effetti e consigli

Negli ultimi anni l’utilizzo di oli particolari per il proprio benessere è diventato consuetudine, gli aromi e tutte le proprietà che questi contengono garantiscono esperienze nuove e vantaggi inaspettati. Tra l’infinita scelta di oli presenti sul mercato è in grande ascesa l’olio di CBD, quest’ultimo non conosciuto da tutti ma che sta destando grande interesse e dibattiti sulle sue potenzialità ed effetti. Nelle prossime righe cercheremo di capire cosa sia, osservando più da vicino gli effetti ed i consigli da seguire per chi fosse interessato ad utilizzarlo.

CBD

Prima di addentrarsi nella definizione dell’olio CBD è fondamentale capire cos’è il CBD. Questo non è altro che una molecola dalla famiglia di cannabinoidi proveniente dalla canapa. Spesso viene a confondersi con il THC, quest’ultimo legato anch’esso alla canapa ma dagli effetti tutt’altro che positivi. Il THC a differenza del CBD provoca effetti significativi sull’organismo, inerenti soprattutto alla dipendenza; mentre il CBD sembra possedere effetti benefici sul corpo e non ha alcun effetto collaterale legato alla dipendenza. Il CBD è infatti considerato un possibile rimedio terapeutico nelle moderne applicazioni scientifiche.

Olio di CBD

Qui è spiegato in maniera esemplare cos’è l’olio di CBD: è un olio vegetale estratto direttamente dai semi di canapa. Come tutti gli oli vegetali, anche l’olio CBD, ha un numero molto alto di vitamine ed acidi grassi al suo interno, capaci di generare benessere sul corpo di chi lo utilizza. Essendo il CBD un cannabidiolo riesce a sfruttare al meglio tutte le caratteristiche principali della canapa, dall’effetto rilassante, ad un vero e proprio antidolorifico naturale. Interessante la metodologia di estrazione dell’olio CBD, questo infatti avviene senza l’utilizzo di solventi pericolosi per la salute e ne conserva a pieno tutte le sostanze benefiche.

La legalità dell’olio CBD

Tra le domande che ci si potrebbe porre c’è sicuramente quella inerente alla legalità di questo olio, la discussione è ancora molto aperta a riguardo ma è importante analizzare i dati messi a disposizione. Il CBD in Europa è permesso solo se questo proviene da piante di canapa regolamentate, altrimenti si incorre in un divieto stringente. Se il già citato THC è stato catalogato come farmaco con effetti psicotropi, il CBD naviga ancora in un limbo, dove però vi sono posti dei limiti ben determinati, quest’ultimi definiti dalla varietà di canapa presente nel CBD. Le canape autorizzate sono quindi accettate e commercializzabili, come l’olio di CBD, ma solo se legalmente certificate e se venduti in negozi autorizzati. È fondamentale sottolineare che i prodotti CBD non devono in alcun modo unirsi alle sostanze THC, poiché si sfocerebbe nel penale.

Gli effetti collaterali dell’olio CBD

Prima di comprendere quali sono i benefici di questo prodotto è interessante sottolineare quali siano gli effetti collaterali, così da poter completare il discorso sul reale utilizzo. La composizione chimica evidenzia sin da subito che l’olio di CBD è naturale e come tutti i prodotti naturali difficilmente possono causare problematiche a coloro che li utilizzano. Se non strettamente legati a personali problemi di allergia alla molecola principale a base di canapa, gli effetti collaterali vengono identificati “ad personam” a seconda della regolazione del proprio organismo. Esulando però dal concetto generale che l’olio di CBD non abbia particolari effetti collaterali, è corretto indagare su quelli riscontrati maggiormente in coloro che hanno utilizzato il prodotto. I soggetti che hanno utilizzato l’olio di CBD hanno manifestato una bocca più secca del normale, questo a causa di una ricezione della molecola principale particolarmente stimolante per le ghiandole salivari. Chi ha assunto un quantitativo troppo alto di olio di CBD ha manifestato dissenteria ed una conseguente spossatezza. Altro effetto indesiderato, soprattutto per chi è a dieta, è l’aumento della fame; particolarmente fastidioso per chi non vuole aumentare di peso nel corso del tempo. Si consiglia una disamina più approfondita degli effetti collaterali, dove vengono motivate in modo più esteso le motivazioni di questi effetti.

Effetti benefici dell’olio CBD

La provenienza del CBD da cannabioidi naturali presenti all’interno della Cannabis sativa ha come conseguenza quella di portare con sé tutti gli effetti benefici riscontrati nel corso del tempo. Il CBD può essere impiegato in diversi disturbi accertati, grazie alle sue capacità di analgesico, ansiolitico ed antinfiammatorio naturale. Il sito web https://cbdexpress.it/blog/post/che-effetti-ha-l-olio-di-cbd evidenzia in modo chiaro quali siano i benefici dell’olio CBD.

Ansiolitico

Tra tutte le possibili proprietà, l’olio di CBD è eccezionale in quella ansiolitica. Questo ha la capacità di calmare il soggetto interessato e di aiutare coloro che hanno disturbi del sonno e forti sintomi di stress. Lo stress familiare e lavorativo possono essere leniti dall’utilizzo dell’olio CBD, migliorando così non solo la qualità del sonno ma anche il morale.

Antinfiammatorio

L’olio di CBD è un vero e proprio antinfiammatorio naturale, capace di aiutare i muscoli del corpo a recuperare dallo stress lavorativo intenso.

Benefici sulla pelle

Un articolo ANSA mette in evidenza anche l’importanza dell’olio di CBD sul corpo ed in particolare sulla pelle. Questo infatti presenta delle proprietà idratanti che rendono la pelle più bella e sana nel corso del tempo.

Consigli su come utilizzare l’olio di CBD

Premesso che si abbia a disposizione un prodotto che rispetti tutte le leggi ed i criteri minimi per essere utilizzato è il momento di comprendere come utilizzare l’olio di CBD per sfruttarne i benefici. In commercio è possibile reperire l’olio di CBD in differenti concentrazioni e può essere sia ingerito attraverso differenti metodologie. Esso può essere assunto una o più volte al giorno senza avere conseguenza sulla normale attività quotidiana inerente al lavoro o alla semplice guida automobilistica. Per quando l’olio in questione sia controllato è sempre intelligente assumerne un dosaggio ideale, usualmente si può cominciare con una dose giornaliera di 0.5 o 1 milligrammo per ogni chilogrammo di massa corporea. È quindi opportuno assumerne tra i 40 e gli 80 milligrammi se si ha un peso di 80 Kg. Come anticipato nelle righe precedenti, l’olio di CBD può essere assunto in diverse modalità. La più classica ed utilizzata è sicuramente l’assunzione per via orale, qualche goccia su un cucchiaino ed un po’ di zucchero renderanno il sapore ancora più unico. Le capsule sono altrettanto utilizzate ma la percezione finale degli effetti è leggermente meno forte.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.