Olio CBD per Gatti: benefici e dosaggio

E’ indubbio come l’olio di Canapa abbia numerosi benefici per il nostro corpo ed il nostro organismo.

Abbiamo approfondito quali sono i benefici del CBD in Olio, ma anche i nostri amici gatti ne possono beneficiare, molto più di quanto pensiamo.

Anche il gatto ha un sistema endocannabinoide, che si occupa di regolare importanti funzioni dell’organismo, come l’equilibrio immunitario, il sonno, il dolore e l’umore. La cannabis è importante in questo processo di regolazione dei recettori che agiscono come equilibratori di tutti questi fattori.

In campo medico e terapeutico, il CBD è sempre più apprezzato già da diversi anni nell’uomo, e anche se ci sono poche ricerche in merito all’uso di Olio al CBD nei felini, l’azione empirica ha portato ad estrarre un elenco di possibili benefici del cannabidiolo.

Il CBD infatti, nei gatti aiuta a alleviare diverse condizioni, come ansia, stress, mancanza di energia, aggressività, perdità dell’appetito, infiammazioni ed infezioni di varia natura.

Anche altre patologie regrediscono e lo stato di salute migliora con l’assunzione di Olio con CBD. Come per gli amici cani, anche ai gatti si allevia l’artrite, le malattie infiammatorie dell’intestino e patologie acute del pancreas, l’asma, spesso causata da fenomeni di carattere infiammatorio. Il CBD è un antinfiammatorio naturale e antidolorifico riconosciuto ed agisce efficacemente sui sintomi e le patologie feline.

Come per gli uomini anche nei gatti il Cannabidiolo riduce i fenomeni di convulsioni.

Dosaggio del CBD per i gatti

Data la struttura fisica dei felini, il dosaggio medio dell’olio di CBD per i gatti è normalmente di gran lunga minore rispetto alle dosi per i pazienti umani.

Esistono in commercio degli olii a base di CBD per i gatti, ed in questo caso basta seguire le indicazioni sul foglietto illustrativo del prodotto specifico. Nel caso in cui al gatto viene somministrato un Olio a base di CBD per gli umani, è necessario dosarlo correttamente.

Come per gli altri animali, il dosaggio si misura in base al peso del gatto. Di norma la dose varia tra 0,1 a 0,5 milligrammi per ogni kg. di peso del nostro amico felino.

Il consiglio base è di iniziare con dosi basse, per poi aumentare gradualmente ogni settimana o ogni due settimane, in base ai risultati e alla reazione del gatto.

Artrite, Asma, fenomeni di convulsioni, e infezioni dell’apparato respiratorio richiedono 0,5 mg. per ogni chilo di peso. Per infiammazioni dell’intestino, 0,2 milligrammi al kilo, e nel caso di crisi convulsive gravi si può arrivare fino ad un massimo di 2/2,5 milligrammi di CBD per chilogrammo di peso.

La somministrazione consigliata è sempre di 2 volte al giorno, in genere lontano dai pasti principali.

Il CBD nei gatti può avere effetti collaterali?

In genere non sono noti effetti collaterali gravi per i nostri amici felini. In genere un dosaggio eccessivo tende a far addormentare il nostro gatto, ma non attenta alla sua vita.

Da notare come a contrasto dell’elevata efficacia del CBD nei gatti, a differenza degli umani non tollerano e sono di molto infastiditi invece in caso di assunzione di THC.

Ovviamente l’efficacia e i benefici variano da gatto a gatto, e solo osservandone i risultati in base alla terapia applicata potremo sapere come reagisce il nostro amico e quali sono per lui i vantaggi nell’assunzione di CBD.

Croccantini con CBD per Gatti e Cani

Un modo per favorire l’assunzione di CBD per i nostri amici a quattro zampe è quello di dare ai nostri piccoli croccantini a base di CBD. L’assunzione tramite croccantini rende più appetibile il tutto, e soprattutto la loro preparazione è fatta in modo di nascondere il gusto poco affascinante del CBD per i cani e i gatti.

E Tu, hai mai avuto la necessità di dare l’Olio al CBD al tuo gatto?

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.